Alessandro Dattola

Morgana

 
 
 
Una creazione stilistica di Alessandro Dattola dal titolo "Morgana" che le sue amiche indosseranno la notte di Capodanno, meravigliando tutte le persone presenti.
Auguri!

 
Lunaria
Il bosco mi appare sospeso in un'epoca remota ...
 
Lo splendore della pietra è
nei raggi di luce che attraversano la sua consistenza,
le sensazioni visive generate dalla gemma ampliano
le facoltà del pensiero ...
 
L'amuleto appeso al collo, le scarpe fradice ed il bastone
mi accompagnano nel peregrinare solitario, mi aggiro
tra le rocce, attraverso gole, ancora più in alto mi inerpico.
Dalle cime montuose incombe una nuvolaglia plumbea.
 
Da questa notte profumata di pioggia ...
 
... inizierà un ottobre
dalle tonalità brunite
riflesse nel bosco solitario e crepuscolare.
 
Alessandro Dattola
 
 
 
La cultura francese a confronto con la rivoluzione latinoamericana
 
 
1960
Simone de Beauvoir e Jean-Paul Sartre incontrano a Cuba Ernesto Che Guevara.
La Regina Madre insieme alle sue figlie Elisabetta e Margaret
 
 
Regina Elisabeth Bowes-Lyon
Londra, 4 Agosto 1900 - Windsor, 30 Marzo 2002
Elisabetta II del Regno Unito
Londra, 21 Aprile 1926 -
Sua Altezza reale la principessa Margaret, contessa di Snowdon
Glamis, 21 Agosto 1930 - Londra, 9 Febbraio 2002
 
Addio Genova
 
Addio Genova
la terra cede al mare il suo regno.
Addio, addio, addio.
Addio
gatti, topi, piccioni, tetti
poggioli, grondaie, lamiere, comignoli,
serbatoi dell'acqua, abbaini, terrazzi, panni stesi, antenne della televisione.
Addio
insonnia passata tra vicoli estenuanti,
escogitando un sistema per comunicare con altri mondi.
Genova scapigliata,
nobile, decadente, fuligginosa,
pallida.
Genova muta,
ombrosa, distaccata, diffidente.
Tu non ti svendi!
Oscura,
ti ho amata come i santi amarono il martirio.
 
Alessandro Dattola
 
 

 
Libro proposto dalla stella pensante Grrrzetic Editrice
 
 
 
Kolosimov vuole essere un poderoso abominio di enigmi, possibilità cosmogoniche storiche e politiche scartate dalla cultura ufficiale, compresse in una forma arcanoide che non è completamente fumetto, non è illustrazione, non è fantascienza classica, non è letteratura di moda, e, sia ringraziato l'occhio di Agamotto, non è arte contemporanea.
Kolosimov guarda in alto, oltre l'originalità, vanità tutta occidentale e contemporanea.
 
Dalla prefazione di Paolo Coredda